Sciascia e Parigi

Lo scrittore nella città

A cura di Giorgio Longo

ISBN 978-8894100235
Pagine 136

€ 16.00

ACQUISTA SU

Scarica gratis un capitolo del libro

e iscriviti alla nostra Newsletter

Sciascia e Parigi - Copertina

© F. Scianna/Magnum

IL LIBRO

«Il fatto è che, per chi la ama, il rapporto con questa città è un rapporto di memoria. Di memoria trasmessa, di memoria riflessa; ma di memoria. Come se vi avessimo trascorso un tempo della nostra vita simile o parallelo all’adolescenza, alla giovinezza: per cui nella città reale, nei soggiorni reali, è un continuo riconoscimento, una continua verifica, delle cose già viste, già vissute, già amate nella città ideale, negli ideali soggiorni»

Leonardo Sciascia

Leonardo Sciascia ha sempre avuto un rapporto privilegiato con la Francia e la cultura francese. Il suo legame con Parigi è forse meno noto, ma allo stesso modo intimo e profondo. È un legame che attraversa ogni sua opera ma che si ritrova al centro del suo romanzo più autobiografico: Candido ovvero un sogno fatto in Sicilia (1979).

Parigi è per lo scrittore città ideale, dove soggiornare per diversi mesi all’anno; e città letteraria, fatta di libri, dove il suo spirito di infaticabile promeneur si realizza pienamente.

L’oggetto di questo volume è quello di analizzare questi temi attraverso lo sguardo di specialisti dello scrittore siciliano.

Testi di Vincenzo Consolo, Claude Ambroise, Lise Bossi, Rosario Castelli, Denis Ferraris, Mario Fusco, Nicolò Mineo, Massimo Onofri e Giorgio Longo.

Il volume contiene anche un’intervista inedita a Vincenzo Consolo.